Miracolo: Nicola è vivo

Nicola Tanturli ha soltanto 21 mesi e da 36 ore è scomparso da casa.

La comunità di Palazzuolo sul Senio, nel fiorentino, non si dà pace;

le ricerche, pur serrate, non hanno portato ad alcun risultato.

Giuseppe di Tommaso è un giornalista della Rai, in macchina con la troupe sta risalendo il percorso fino all’abitazione della famiglia Tanturli.

Si sente male, chiede a chi è alla guida di fermarsi.

Sceso dal veicolo, sente dei lamenti.

Non può essere. Sarà una suggestione.

E invece no.

Ci prova.

“Nicola!”.

“Mamma!”.

“Nicola!”.

Il bambino è laggiù, in fondo al burrone. Da solo. Non mangia e non beve da due giorni.

Serve aiuto!

Giuseppe ferma una macchina, è dei Carabinieri.

“Venite! Ho trovato Nicola!”.

Il luogotenente Danilo Ciccarelli, comandante della Stazione Scarperia, non perde un minuto e si cala nella scarpata.

“Nicola! Nicola!”.

Nessuna risposta

“Nicola!”.

Qualcosa tra l’erba alta si muove, sembra un piccolo animale. Ma a spuntare è la testa del piccolo Tanturli che invoca il suo rifugio: “Mamma!”.

Essere eroi non è solo trovarsi al posto giusto, nel momento giusto.

Bisogna anche fare la cosa giusta.

Damiano Montanari

(C) Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.